Siru Venice Glass Week

Dal 10 al 17 settembre 2017

Anche il vetro sarà protagonista, per un’intera settimana, di un nuovo festival internazionale che si terrà dal 10 al 17 settembre 2017 a Venezia. L'evento è organizzato da Fondazione MUVE, Fondazione Cini, Istituto Veneto e Consorzio Promovetro Murano, intenzionati a creare un festival internazionale dedicato all’arte del vetro di Murano coinvolgendo tutte le maggiori istituzioni cittadine. Obiettivo è rilanciare e sostenere l'attività artistica e produttiva più importante della città.

La lavorazione del vetro rappresenta un'eccellenza per Venezia, simbolo di una manifattura artigianale che deve restare viva e rinnovarsi, prendendo ispirazione dal passato per progettare il proprio futuro.

Per l’occasione, Siru presenterà durante tutta la settimana dalle ore 8,30 alle 18,00, a Palazzo Trevisan Cappello, l'esposizione di un racconto in un percorso emozionante che coinvolgerà le sensazioni visive e tattili e che vedrà come protagonisti il vetro e le mani dell'artigianalità veneziana. I processi realizzativi, partendo dal passato, si racconteranno fin dalle loro logiche iniziali per la concezione di nuove possibili applicazioni e nuovi orizzonti progettuali. L’installazione “BEYOND CAGES” vuole accompagnare il visitatore attraverso l’ideazione e la realizzazione di oggetti luminosi secondo l’antica tecnica del soffiaggio del vetro entro strutture metalliche che ne indirizzano la forma. Questo controllo è stato realizzato attraverso un linguaggio contemporaneo della geometria dei filamenti metallici e tramite nuove tecniche di lavorazione che hanno permesso di ottenere delle bolle in vetro dai volumi e forme inaspettate. Un nuovo modo di controllare la materia prima, oltre il limite della gabbia stessa. L’esposizione avverrà decomponendo due progetti per farne capire il processo realizzativo. Si esporranno le gabbie metalliche di nuova concezione accanto agli oggetti finali in vetro soffiato. Una serie di videoproiezioni permetterà di capire la realizzazione in tutte le sue fasi e porteranno il visitatore a soffiare fianco a fianco con il mastro vetraio nella giornata di mercoledì 13 settembre: a partire dalle ore 16,00, infatti, si potrà vedere dal vivo il processo creativo di una lampada Siru. La piccola fornace posta all’interno di Palazzo Trevisan Cappello, unitamente alle sapienti abilità del mastro vetraio, permetterà di forgiare la malleabile materia vetro in un’emozionante esperienza di antiche origini. Un evento nell’evento. 

Palazzo Trevisan Cappello

Palazzo Trevisan Cappello è uno splendido edificio risalente al XVI secolo, situato nel centro della città lagunare e che si affaccia a Rio di Palazzo, a pochi metri da Piazza San Marco. Fu commissionato dalla famiglia Trevisan a Bartolomeo Bon, architetto seguace di Mauro Codussi. Dal 1577 il palazzo venne affidato a Bianca Cappello, che ne fece dono al fratello Francesco I de' Medici.  È uno degli edifici architettonicamente più piacevoli del Rinascimento Veneziano. La sua facciata, contraddistinta dall'eccezionale numero di 37 aperture, si sviluppa su quattro piani, per i quali, fatta eccezione del piano terra, sono presenti un'esafora centrale e due coppie di monofore, una per lato. Al piano terra si aprono tre portali ad acqua. La facciata è movimentata da disegni marmorei e dalla presenza di numerosi balconcini di differente aggetto. La pianta è atipica, a dimostrazione del fatto che il palazzo era diviso in due proprietà indipendenti.